Le spiagge di Lerici, San Terenzo e Tellaro

Le spiagge di Lerici, San Terenzo e Tellaro sono numerose e diverse le una dalle altre. Per questo accontentano le esigenze di tutti i turisti. Le spiagge di Lerici sono caratterizzate dalle bellissime acque trasparenti e cristalline che assumono tutte le sfumature dal turchese al blu.

Durante la passeggiata sul lungo mare si può godere delle lunghe spiagge di Lerici che da diversi anni ottengono il titolo di Bandiera Blu per la qualità delle acque. Alle spiagge sabbiose si alternano scogli e piccole baie. Infatti, la costa lericina, per la sua conformazione rocciosa, nasconde molte baie e cale che a volte si possono raggiungere con delle scalinate altre, invece, non sono raggiungibili via terra. Quindi, scegliendo di muoversi via mare, si possono raggiungere questi spazi misteriosi e pieni di fascino dove la macchia mediterranea scende diretta verso il mare e sembra abbracciare queste piccole insenature.

Le spiagge di Lerici

La spiaggia Venere Azzurra

Credit immagine

La spiaggia Venere Azzurra si trova a pochi passi dal centro di Lerici. Qui i turisti possono godere di una spiaggia libera, ma ben attrezzata, con possibilità di noleggiare ombrelloni, sdraio, lettini e pedalò. Nelle giornate di mare grosso si ritrovano molti surfisti che si divertono cavalcando le onde.
La spiaggia di sabbia fine, premiata dal 2000 ad oggi con la Bandiera Blu della Fee e le quattro vele di Legambiente per la qualità delle acque e dei servizi, è immersa nel Golfo dei Poeti, di fronte a Portovenere e alle sue isole.

Il Lido di Lerici

La spiaggia del lido di Lerici scende dolcemente nel mare pulito e l’acqua bassa per un lungo tratto, permettono ai più piccoli bagni sicuri e nuotate serene per tutti. Per chi ama l’aria tersa, il sole più deciso, poco distante ci sono degli scogli e il molo, a ridosso di acque profonde, blu cristallo. E se volete una fresca pausa, la pineta è pronta ad accogliervi nell’ombra.

La Baia Blu

Credit immagine

La Baia Blu si trova a San Terenzo, in località Pozzuolo. La sua famosa spiaggia è racchiusa tra Punta Santa Teresa e Punta Galera, anticamente chiamata Cala Chiappara. L’acqua del mare, della splendida insenatura, è trasparente e scintillante di mille luci e colori. È possibile arrivarci anche grazie ad un servizio pulmino da Pozzuolo. Tra i vari servizi ci sono due piscine di acqua salata, ombrelloni, sdraio e lettini.

La spiaggia di San Terenzo

Credit immagine

La spiaggia si trova proprio davanti alle case colorate del borgo e alla Villa Magni famosa per aver ospitato Shelley. È racchiusa dal promontorio di Falconara e dal castello. La spiaggia è in parte libera e in parte privata. L’arenile è caratterizzato da una sabbia fine ai cui lati si trovano gli scogli su cui si può sdraiarsi a prendere il sole. Il fondale è sabbioso e l’acqua turchese è bassa e delimitata da una barriera di scogli che la rendono pulita è abbastanza calda. È una spiaggia adatta anche ai bambini.

La spiaggia della Marinella

Credit immagine

Sempre a San Terenzo, oltre il castello, si trova la suggestiva spiaggia della Marinella. Una piccola insenatura chiusa tra ripide pareti rocciose. Come per la spiaggia dell’arenile, il fondale è sabbioso e l’acqua cristallina è bassa per centinaia di metri. Questo luogo magico, come anche la baia oltre il Castello di Lerici, è nascosta in una delle più belle insenature del territorio e incorniciata da una tipica macchia mediterranea. Attualmente non è accessibile per problemi di sicurezza.

Le due spiagge di Fiascherino

A pochi passi da Tellaro, verso Lerici, dietro una scogliera piena di atolli e anfratti, paradiso di fauna, si trovano le spiagge di Fiascherino.
Questi sono luoghi pieni di suggestione ed emozione, frequentate dai grandi poeti e scrittori come Byron, Shelley e Lawrence.

Credit immagine

Le due spiagge di Fiascherino si possono raggiungere grazie a due piccole scalinate che scendono al mare. Le spiagge sono divise da un piccolo promontorio roccioso. Esse sono sia libere che attrezzate ed offrono un servizio di sorveglianza con bagnino. La prima baia è costituita da una spiaggia stretta, con possibilità di noleggiare sdraio e ombrelloni e anche un piccolo bar. È però possibile continuare a piedi alla fine della spiaggia e sdraiarsi sugli scogli piatti e naturali, da dove si vede l’altra spiaggia di Fiascherino in località Treggiano.

Il loro arenile è corto e di sabbia grossa e il mare scende abbastanza lentamente per questo sono adatte ai bambini. Il sole in queste spiaggette arriva a tarda mattinata, e resta fino al tramonto, il fondo del mare è in parte sabbioso e in parte roccioso, non vi sono punti di ristoro. Le due spiagge offrono inoltre un servizio di ristoro e noleggio sia di ombrelloni e sdraio, che di pedalò e canoe.

Marina di Tellaro

Credit immagine

A Marina di Tellaro è possibile stendersi a prendere il sole nei pressi dell’imbarco o sugli scogli adiacenti, il luogo è solitamente molto tranquillo, tolti i fine settimana in pieno agosto ed è possibile quindi poter apprezzare il mare in modo molto rilassante. Però bisogna stare attenti a chi entra o esce con la barca dal porticciolo. Il luogo è molto adatto anche ai bambini che possono fare il bagno lungo lo scivolo dell’ingresso delle barche, dove l’acqua e poco profonda. Per il resto Tellaro è un luogo adatto a chi ama la scogliera, dove il mare scende rapidamente abbastanza profondo.

Inoltre, a Tellaro, oltrepassata la chiesa di San Giorgio, si può prendere il sole sugli scogli che circondano il borgo. A destra di Marina di Tellaro di fronte al grosso scoglio chiamato Grò si può scendere in mare da una piccola scaletta recentemente installata. Qui si trova la scogliera di Trigliano, situata davanti alla marina del borgo e raggiungibile a nuoto o da piccole stradine prima del centro storico. Dalla scogliera potrete tuffarvi da diverse altezze a seconda del vostro  coraggio. Sarete immersi in un fantastico paesaggio roccioso da cui ammirerete una prospettiva unica di Tellaro e della sua discesa verso il mare che si conclude con la chiesa di San Giorgio.

La baia della Caletta

Credit immagine

La baia della Caletta si può raggiungere via mare oppure scendendo per la scalinata che parte dalla strada subito dopo aver passato il bivio per Maralunga verso Tellaro. Nei suoi fondali, poco lontano dalla costa, sono presenti i resti di una nave romana del I secolo d.C. con un prezioso carico di marmo bianco di Carrara. Con un’immersione è possibile ammirare questi resti e le particolari flora e fauna marine che hanno trovato in essa un habitat dove stabilirsi. Inoltre, la sua acqua trasparente e la lussureggiante macchia mediterranea che scende dalla scogliera fino quasi alla spiaggia, fanno di questo luogo un’incantevole meta turistica.

Credit immagine di copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.